Con la sentenza C-710/18, la CGUE afferma che una normativa nazionale che non prenda in considerazione tutti i precedenti periodi di attività equivalente maturati in uno Stato membro diverso da quello di origine, risulta contraria al diritto europeo.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it