Nel tardo pomeriggio di ieri col Messaggio n. 2209/2020 l’INPS comunicava che è ancora possibile richiedere la domanda per l’attivazione del bonus baby-sitter di 1200 euro (600 euro per chi avesse già richiesto il voucher per il mese di marzo 2020) poichè sono in corso di aggiornamento i servizi informatici del sito web dell’Istituto.

Nello stesso Messaggio, ripercorrendo quanto previsto dal DL Rilancio, l’INPS ha ricordato che:

“il bonus, in alternativa, [può] essere erogato direttamente al richiedente, per la comprovata iscrizione ai centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi“.

COME PAGARE I CENTRI ESTIVI COL BONUS BABY-SITTING?

L’orientamento contenuto nel Messaggio INPS è chiaro: i lavoratori e le lavoratrici dovranno anticipare “di tasca loro” il pagamento delle rette dei centri estivi, ai servizi integrativi per l’infanzia, ai servizi socio-educativi.

E solo in un secondo momento potranno ricevere il rimborso dall’Inps a fronte del caricamento sul proprio account MyInps della documentazione attestante l’iscrizione e il pagamento delle rette.