L’INPS con il Messaggio n. 2263 del 1° giugno 2020 ha comunicato che è stata completata la prima fase di gestione delle domande di indennità Covid-19 di 600 euro spettanti per il mese di marzo 2020 previste dal DL Cura Italia e sono state pubblicate le motivazioni delle istanze respinte per non avere superato i controlli relativi all’accertamento dei requisiti previsti.

I motivi di reiezione per i quali non è possibile erogare l’indennità prevista dalla norma sono i
seguenti:
1) titolarità di un trattamento pensionistico diretto al mese di marzo 2020;
2) percezione del Reddito/Pensione di Cittadinanza nel mese di marzo 2020;
3) titolarità di un rapporto di lavoro dipendente, ove non consentito;
4) assenza dell’iscrizione alle gestioni Autonome, ove richiesta (art. 28);
5) assenza dei requisiti contributivi e reddituali previsti per i lavoratori dello spettacolo (art.38);
6) assenza del requisito della qualifica di stagionale e/o dell’appartenenza ai settori del turismo
e degli stabilimenti termali (art. 29);
7) assenza del requisito di cessazione involontaria per lavoratore stagionale del turismo e degli
stabilimenti termali (art. 29);
8) assenza del requisito delle 50 giornate di attività di lavoro nell’anno 2019 per gli operai
agricoli a tempo determinato (art. 30).

I lavoratori possono consultare gli esiti di tutte le domande e, per quelli negativi, le relative motivazioni, accedendo al servizio Indennità 600 euro, alla voce “Esiti”.

QUANDO SCADE IL TERMINE PER IL RICORSO ALL’INPS?

Secondo quello che scrive l’Istituto è consentito proporre un’istanza di riesame entro 20 giorni dalla pubblicazione di questo messaggio, quindi entro il 21 giugno 2020, ovvero dalla data di conoscenza della reiezione (se successiva) per consentire l’eventuale supplemento di istruttoria, inviando la documentazione richiesta attraverso la sezione “Esiti”, all’interno della procedura “Indennità 600 euro” o tramite la casella di posta istituzionale dedicata: riesamebonus600.nomesede@inps.it, istituita per ogni struttura territoriale INPS. Esempio per Arezzo sarà: riesamebonus600.arezzo@inps.it