Ancora una volta l’annosa vicenda dei lavoratori della società CAF non volge al termine. 

La Direzione aziendale ha comunicato che i lavoratori in trasferta dovranno fare i turni sui cantieri, senza però garantire le condizioni economiche previste del Ccnl dei metalmeccanici. 

Questa decisione aggrava oltremodo le condizioni già difficili in cui vivono i lavoratori e le loro famiglie, basti pensare che gli stessi sono ancora in attesa di ricevere il trattamento di cassa integrazione per Covid-19, che la società CAF non ha anticipato.

Già da tempo la scrivente Organizzazione sindacale della Fiom nazionale, unitamente alla Fiom di Napoli, ha chiesto un incontro alla Direzione aziendale, a cui non ha ricevuto risposta e pertanto con il presente comunicato rinnova la richiesta.

In attesa di concordare una data di incontro, si ribadisce, ancora una volta, formalmente alla direzione aziendale di CAF, l’applicazione del Ccnl e al contempo si chiede alle Organizzazioni sindacali della Fim e della Uilm di formalizzare la medesima richiesta.

Fiom-Cgil nazionale

Fiom-Cgil territoriale Napoli

Roma, 5 giugno 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it