Nella giornata di giovedì 4 giugno, FIM, FIOM e UILM Nazionali, insieme alle RSU Sirti e alle Segreterie territoriali, si sono incontrate con la Direzione aziendale di Sirti SPA per riprendere la discussione sula procedura di 764 lavoratori dichiarati esuberi avviata con procedura di licenziamento collettiva in data 4 marzo scorso e attualmente sospesa da Dpcm.

La discussione si è articolata sull’ipotesi di gestione del piano sociale siglato lo scorso anno, con la conferma del cds quale strumento primario per evitare gli esuberi, ma con percentuali diversificate su alcune aree territoriali a causa dell’aggravamento della situazione aziendale principalmente nell’area Telco.

Le OO.SS. prendono atto della nuova situazione presentata ed esprimono preoccupazione e contrarietà vista la già complessa emergenza dovuta alla Cigo Covid-19.

Il prossimo incontro, dopo il confronto interno con le Rsu e il Coordinamento nazionale è previsto per il 18 giugno.

Uffici stampa Fim, Fiom, Uilm

Roma, 5 giugno 2020

 

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it