“Di tutto sentiamo il bisogno tranne che di un condono. L’ultimo condono di questo Paese l’ha fatto il Governo gialloverde a Ischia e non solo, mentre durante il mio Governo non c’è stato nessun condono, questo per fare chiarezza su chi fa i condoni e chi no. Ormai è una norma che non c’è più, eviterei ulteriori polemiche. Sono molto orgoglioso di aver contribuito a cassarla. Il condono non c’è più e mi sembra un’ottima cosa”. Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

 

Senza mes qualcuno vuole trovare i soldi con la patrimoniale, ma devono passare sul nostro cadavere

 

“Se non c’è il Mes qualcuno i soldi li vuole trovare con la patrimoniale. La patrimoniale non esiste, chi la volesse fare dovrebbe farla sul nostro cadavere. Il punto fondamentale è che il Mes sono trentasette miliardi ad ottime condizioni che vanno a migliorare le strutture sanitarie e sociosanitarie di questo Paese. I Cinque Stelle stanno prendendo un po’ di tempo, poi diranno di sì, come è ovvio e logico”. Così aTimeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

 

Qualcuno pensa che si possa andare avanti solo con cig, ma serve sbloccare cantieri

 

“Ci sono 120 miliardi bloccati, uno dei motivi per cui noi siamo ancora al Governo è perché vogliamo sbloccarli, in quanto pensiamo che sbloccandoli si apra una fase nuova per l’economia del Paese. Tenere fermi dei denari pubblici che sono bloccati dalla burocrazia è allucinante. Gli italiani hanno bisogno di passare dalla chiacchiere ai fatti, se noi non diamo subito il via libera ai cantieri la sofferenza continuerà. Qualcuno pensa che si possa andare avanti a colpi di cassa integrazione. Occorre con decontribuzione e mandare la gente a lavorare, non prolungare all’infinito la cassa integrazione perché prima o poi i soldi finiscono”. Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

 

Questo governo non rischia per la spallata di salvini, ma per le proprie divisioni interne

 

“Questo Governo non rischia per la spallata di Salvini, se rischia è per le proprie divisioni interne. Suggerisco a tutti di mettere al centro l’interesse degli italiani, verrà il tempo in cui torneremo a discutere e magari anche a litigare, ma in questo momento la priorità è pensare a come evitare la carneficina di posti di lavoro. Non è Salvini che può darci lo scacco matto, siamo noi che possiamo fare al massimo un autogol. Penso e spero che non accadrà”. Così a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

 

Inps di tridico è stata un disastro, agenzia delle entrate di ruffini ha dato risposte efficienti

 

“Molto dipende dalle persone nominate. L’Inps con Tridico è stata un disastro, l’Agenzia delle Entrate con Ruffini ha fatto partire il fondo perduto e ha dato risposte più efficienti. Le buone idee camminano sulle gambe delle persone”. Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

 

Da persone del cts dichiarazioni allucinanti, occhio agli allarmismi

 

“Le linee guida di oggi per il futuro fatte con il Comitato tecnico scientifico scontano un dato di fatto: che anche tra gli esperti del Comitato tecnico scientifico ci sono persone che, evidentemente inconsapevoli della portata delle loro dichiarazioni, si avventurano in dichiarazioni allucinanti”. Così a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi.

“Se il trend continua – ha continuato Renzi – a settembre la  situazione sarà ancora migliorata. Eviterei di accelerare previsioni di natura scientifica, perché il Comitato tecnico scientifico ha detto anche cose che si sono rivelate assolutamente fasulle. Chi fa previsioni con paura e terrore, incute e semina paura e terrore. Se noi non recuperiamo la fiducia le nostre aziende non ripartono. Occhio agli allarmismi, perché il conto lo paga la povera gente”.

 

Berlusconi/ ieri ci siamo sentiti, serve fare chiarezza

 

“Nell’essere avversario politico di Silvio Berlusconi ho avvertito il bisogno di dire pubblicamente che questa cosa può essere tutto, non sappiamo cosa può essere successo e non tocca a me valutare, ma politicamente ho il dovere di dire che, di fronte a una vicenda che coinvolge un ex Presidente del Consiglio, non può essere ignorata la richiesta di fare chiarezza”. Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il leader di Italia Viva Matteo Renzi parlando della vicenda emersa relativa alla registrazione delle dichiarazioni del magistrato Franco. “Dopo la mia dichiarazione pubblica  – ha continuato Renzi – ieri ci siamo sentiti con il presidente Berlusconi”.

Continua a leggere qui

Fonte: tg24.sky.it