Accade anche questo in Italia. Forse dovuto ad un errore di battitura, sta di fatto che in un articolo pubblicato oggi sul Corriere della Sera, in Edicola, dal titolo “C’è il rischio di tensioni sociali”. Allarme di Lamorgese per settembre”, si legge così a proposito della situazione sociale:

“il quadro racconta di serrande abbassate, di aziende che chiudono, di interi settori in ginocchio, come commercio e turismo, e di un tasso di disoccupazione che cresce. Insieme a qualche ritardo nell’erogazione degli ammortizzatori sociali, ma soprattutto allo sciacallaggio delle mafie che si insinuano tra le difficoltà economiche di negozianti e imprenditori prestando soldi a usura”.

La grave situazione dei ritardi è sotto gli occhi di tutti, parliamo di milioni di lavoratori che rivendicano almeno un mese arretrato di cassa integrazione. Dunque è ragionevole pensare che si tratti solo di una svista nella fase di redazione del testo.