Durante l’assemblea di Confindustria tenuta ieri, Carlo Bonomi, neopresidente degli industriali, dinanzi ad esponenti di istituzioni, imprenditori e società civile ha chiesto una riforma del fisco che vada ad equiparare il sistema fiscale dei lavoratori dipendenti a quelli autonomi, abolendo, dunque, la figura del sostituto d’imposta e imponendo il pagamento diretto dell’Irpef da parte del lavoratore.

Ad evidenziare le parole di Carlo Bonomi, è il quotidiano economico Il Sole 24 Ore in edicola oggi, secondo cui il Presidente all’idea governativa della tassazione diretta mensile per gli autonomi vorrebbe fosse fatto

«lo stesso per tutti i lavoratori dipendenti, sollevando le imprese dall’onere ingrato di continuare a svolgere la funzione di sostituti d’imposta addetti alla raccolta del gettito erariale, e di essere esposti alle connesse responsabilità». 

Manuel Baldi