“I licenziamenti resteranno bloccati fino a fine marzo e tutte le imprese potranno accedere alla cassa integrazione Covid-19 gratuita per lo stesso periodo, cioè ulteriori 12 settimane nel 2021“.

Lo ha annunciato il Ministro del Lavoro Nunzia Catalfo con un comunicato stampa, attraverso il quale ha reso noto dell’accordo raggiunto con i sindacati dei lavoratori Cgil, Cisl, Uil, che il Governo ha “ricevuto” con una video-riunione nel pomeriggio ieri.

Con la proroga a fine marzo 2021 si raggiungerà 1 anno esatto di divieto di licenziamento stabilito per legge, considerato che la norma è entrata in vigore per la prima volta con il Decreto Cura Italia del 17 marzo 2020.

È un segnale importante per lavoratori e aziende in un momento delicato come quello che l’Italia sta attraversando”, ha poi aggiunto la Ministra che infine anticipa che “già dalla prossima settimana avvierò il confronto con le parti sociali per la riforma degli ammortizzatori sociali e il rafforzamento delle politiche attive del lavoro”.

L’intesa Governo-sindacati sulla proroga del divieto si accompagna, come detto nel comunicato stampa, anche da un’altra misura: la gratuità della Cig Covid19 per le imprese. Si tratta di un provvedimento che accoglie la richiesta avanzata da Confindustria (per approfondire clicca qui).