Le assunzioni a tempo indeterminato di Lavoratori socialmente utili diventano realtà.

A renderlo noto è una nota del Ministero del Lavoro che fa sapere che il governo centrale ha eseguito a favore dei Comuni con meno di 5.000 abitanti indicati in questo elenco, i pagamenti del contributo, relativo all’annualità 2021, per la stabilizzazione di Lavoratori Socialmente Utili.

Pertanto i Comuni che hanno ricevuto i fondi sono tenuti ad assumere a tempo indeterminato i Lavoratori socialmente utili, a partire dalla stabilizzazione del personale precario già in forza che lavora per questi territori. Si tratta di 61 Comuni delle Regioni BasilicataCalabriaCampaniaLazioMolisePugliaSardegna Sicilia. Per una spesa complessiva, fa sapere il Ministero del Lavoro pari a € 2.484.414,80.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.