Si è svolto il 30 luglio u.s., l’incontro richiesto dalle organizzazioni sindacali con l’Ad Tullio Pirovano e l’ufficio HR per verificare l’andamento dell’azienda. L’amministratore delegato ha illustrato il passaggio societario, completato a settembre 2020, con l’ingresso del fondo Apax che ha acquisito il 100% delle quote del fondo precedente OEP.

L’elemento importante sul quale sono state date rassicurazioni è che tale passaggio avviene in continuità di management, di piano industriale e soprattutto di personale e a riguardo l’AD si è soffermato a sottolineare come la Lutech, nonostante le inevitabili flessioni di mercato dovute alla pandemia, non abbia a differenza di altre imprese, problemi occupazionali.

La parte servizi digital è quella che ha avuto una flessione negativa maggiore (-15%) che è stata però tamponata in parte dal buon andamento dei progetti infrastrutturali; ciò nonostante questa è stata la ragione per la quale è stato necessario il ricorso alla CIGO Covid, le cui modalità sono state negoziate nel corso dello scorso anno.
In generale l’andamento dei ricavi ha visto quindi solo una piccola flessione e le aspettative per il quinquennio, nel quale è attesa la permanenza del fondo, sono di crescita prudenziale in linea con le attese del settore ICT.

L’obbiettivo è quello di recuperare i livelli 2019 sui servizi, riequilibrare questa parte di attività anche grazie ad un focus importante sulla formazione e sul training on the job per sostenere l’offerta verso il digital.

A questo proposito abbiamo chiesto all’azienda, per la formazione delle persone, di valutare il ricorso anche ai fondi straordinari offerti dal Fondo Nuove Competenze poiché condividiamo che sia un asse strategico sia di sviluppo per l’impresa che di tutela occupazionale per le lavoratrici e i lavoratori.

Le organizzazioni sindacali insieme alla RSU hanno chiesto:
– di monitorare il piano, anche in virtù dei possibili scenari positivi che potrebbe comportare il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza);
– di avviare un tavolo sul lavoro agile per definire regole condivise che guardino oltre l’emergenza sanitaria;
– di discutere insieme il focus prioritario sulla formazione per monitorare i processi e i fabbisogni formativi.

Coordinamento nazionale Fiom LUTECH

FIOM-CGIL NAZIONALE

Roma, 2 agosto 2021

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it