Arriva l’atteso pronunciamento Inps sulla sospensione del décalage NASpI, il meccanismo che dal quarto mese taglia l’importo dell’indennità di sospensione del 3%.

Si tratta della circolare n. 122 del 6 agosto scorso, che costituisce un vero e proprio recepimento di quanto previsto dal Decreto Sostegni bis: la sospensione del décalage da giugno a dicembre 2021.

L’Istituto dunque fa sapere che da ora in avanti non applicherà il décalage fino al termine del 2021 e provvederà a ‘restituire’ ai disoccupati quanto non tagliato con le mensilità NASpI di giugno e luglio.

NASpI senza décalage 2021: chi ne ha diritto

Anche su questo passaggio Inps è stato molto chiaro. La sospensione del décalage riguarda:

  • le indennità di disoccupazione NASpI in corso di erogazione alla data del 1° giugno 2021: dal 1° giugno 2021 e fino al 31 dicembre 2021 rimane invariato l’importo della prestazione in pagamento alla data del 1° giugno 2021, senza taglio del 3% per i mesi da giugno a dicembre 2021;
  • le indennità di disoccupazione NASpI aventi data di decorrenza nell’arco temporale che va dal 1° giugno 2021 al 30 settembre 2021: conseguentemente le indennità NASpI aventi data di decorrenza nel predetto arco temporale verranno erogate fino al 31 dicembre 2021 con l’importo intero senza riduzione del 3% dal quarto mese di fruizione;
  • anche nelle ipotesi di liquidazione della prestazione NASpI erogata in forma anticipata in un’unica soluzione per chi apre la partita Iva ad esempio (cfr. l’art. 8 del D.lgs n. 22 del 2015): gli importi dunque non subiranno riduzioni, ciò vale sia per le prestazioni NASpI in corso di pagamento alla data del 1° giugno 2021 che per le prestazioni aventi decorrenza nell’arco temporale che va dal 1° giugno 2021 al 30 settembre 2021.

Importante precisazione Inps è che per l’applicazione della sospensione del meccanismo di riduzione della prestazione NASpI i beneficiari non dovranno presentare alcuna domanda in quanto si procederà d’ufficio alla sospensione del predetto meccanismo.

Per le prestazioni di disoccupazione NASpI che hanno decorrenza dal 1° ottobre 2021 trova invece applicazione il décalage, l’importo NASpI verrà quindi ridotto ogni mese in misura pari al 3% per cento a decorrere dal primo giorno del quarto mese di fruizione.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina  Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.