Con la sentenza 2798/2021, il Tribunale di Milano ribadisce che il licenziamento per ritorsione è sempre nullo, a condizione che il motivo ritorsivo sia stato l’unico determinante del recesso.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it