Nuovi minimi retributivi, indennità di trasferte e reperibilità per i lavoratori Metalmeccanici. A stabilirlo è l’accordo dell’8 giugno 2022 siglato da Federmeccanica, Assistal, e i sindacati dei lavoratori Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil, che è intervenuto per verificare gli effetti dei nuovi indicatori IPCA elaborati da ISTAT nei giorni scorsi.

Si tratta di una verifica prevista dall’accordo di rinnovo 5 febbraio 2021 che ha la specifica finalità di aggiornare gli aumenti retributivi concordati con i nuovi valori dell’inflazione, quelli reali, secondo la dinamica dell’indice IPCA.

Nel comunicato diramato dai sindacati si legge che ai lavoratori inquadrati al Livello C3 (ex 5^ categoria) dovendo applicare l’IPCA al netto della dinamica dei prezzi dei beni energetici importati, pari allo:

  • 0,5% nel 2020
  • 0,8% nel 2021

sarebbero spettati 9,10€ per il 2020 e 14,76€ nel 2021 in luogo rispettivamente, dei 25,00 euro del 2020 e 25,00 euro del 2021, concordati con l’accordo di rinnovo del 5 febbraio 2021. Di fatto 26,14€ lordi mensili in meno, composto da 15,90€ per l’anno 2020 e 10,24€ per l’anno 2021.

Tuttavia, si apprende, considerato che il rinnovo contrattuale

ha deciso di incrementare i minimi retributivi dei lavoratori inquadrati al Livello C3 (ex 5^ categoria) di un valore superiore pari a 26,14€ lordi mensili: composto da 15,90€ per l’anno 2020 e 10,24€ per l’anno 2021, che vanno a remunerare la riforma dell’inquadramento professionale.

Tuttavia, le parti hanno riconosciuto di dover confermare gli aumenti di 25+25 euro, vale a dire gli incrementi dei minimi
retributivi che risultano superiori all’applicazione del valore Ipca al netto della dinamica dei prezzi dei beni energetici importati.

Gli incrementi salariali complessivi tabellari dell’accordo del 2021, pertanto, devono essere riconosciuti negli importi già stabiliti. Vengono quindi confermati gli aumenti in busta paga per il mese di giugno 2022, secondo gli importi già noti:

Dal 1° giugno 2022 i valori dell’indennità di trasferta sono i seguenti:

– Trasferta intera euro 44,47

– Quota per il pasto meridiano o serale euro 11,97

– Quota per il pernottamento euro 20,53

Dal 1° giugno 2022 inoltre c’è adeguamento dei valori giornalieri e settimanali del compenso per reperibilità per giorno lavorato, giorno libero e festivo.

Entro il 1° giugno di ciascun anno le aziende devono mettere a disposizione dei dipendenti 200 euro a titolo di flexible benefit e che sempre nel mese di giugno, per le aziende prive di contrattazione aziendale con contenuti economici, rimane confermato l’Elemento Perequativo pari a 485,00 euro da corrispondere secondo quanto previsto dall’art. 13, Sezione Quarta – Titolo IV.

Inoltre, la contribuzione al Fondo di previdenza complementare Cometa a carico del datore di lavoro dal 1° giugno di quest’anno è elevata allo 2,2%per i lavoratori di nuova adesione dopo il 5 febbraio 2021 e con età inferiore a 35 anni compiuti”.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].