Il modulo Rdc-Com/AU è già stato compilato da moltissimi percettori dell’Assegno Unico integrato al Reddito di Cittadinanza, ansiosi di poter finalmente ricevere il pagamento integrale che spetta loro. Gli importi ricevuti prima della pubblicazione di tale modulo (online dal 27 maggio), infatti, sono stati assoluti esigui e insoddisfacenti: i tagli clamorosi effettuati da Inps non avevano ricevuto alcuna spiegazione all’epoca, come denunciato anche da TuttoLavoro24.it.

Una volta presentato il modulo, il pagamento dovrebbe arrivare il mese successivo alla compilazione, almeno secondo quanto dichiarato da Inps. Ma in alcuni casi non basta compilare un solo modulo. Se un unico modulo è sufficiente per dichiarare tutti i figli a carico (basterà seguire questa procedura), lo stesso non può dirsi in caso di più domande presentate.

L’indicazione in merito arriva direttamente da Inps, che nella sezione del Fascicolo Previdenziale relativa al Reddito di Cittadinanza ha inserito questa segnalazione:

Pertanto, quando va compilato il modulo Rdc-Com/AU?

In pratica, il modulo Rdc-Com/AU va presentato sia per la domanda di rinnovo sia se il Reddito di Cittadinanza è terminato e abbiamo inoltrato la domanda di Assegno Unico per il mese di sospensione del RdC. Se, per esempio, RdC è terminato ad aprile 2022, per ricevere l’Assegno Unico di maggio occorre compilare il modulo anche nella domanda terminata.

Stesso discorso per gli arretrati: il modulo va compilato nella domanda terminata anche se a marzo o ad aprile non si è ricevuto il pagamento o si è riscosso una cifra inferiore a quella che spetta. Questo perché le vecchie mensilità fanno storia a parte: infatti, l’Rdc-Com/AU che è stato presentato insieme alla domanda di rinnovo del Reddito di Cittadinanza vale solo per la nuova domanda e non per quella terminata o decaduta.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].