Dopo le iniziative delle scorse settimane, che avevano portato l’Italia a vedersi ridotta la fornitura di gas e allo stesso tempo aumentare un’altra volta il prezzo, arriva la notizia che complica ancor più il quadro: la Russia riduce di un terzo le forniture all’Italia rispetto alla media degli ultimi giorni.

Lo si apprende da una nota dell’ENI. “Gazprom – scrive la compagnia italiana – ha comunicato che per la giornata di oggi fornirà a Eni volumi di gas pari a circa 21 milioni di metri cubi al giorno, rispetto a una media degli ultimi giorni pari a circa 32 milioni di metri cubi al giorno. Eni fornirà ulteriori informazioni in caso di nuove e significative variazioni dei flussi”.

Il taglio russo non riguarda solo l’Italia ma anche Germania e Austria, secondo quanto si apprende. La situazione è drammatica in tutta Europa.

L’Ue si sta preparando ad ogni scenario. La situazione è chiaramente seria e dobbiamo essere preparati. A metà luglio, come è noto, verrà varato un piano di prevenzione in vista dell’inverno. E’ quanto ha dichiarato Tim McPhie, portavoce della Commissione Ue, in merito agli ulteriori tagli del gas messi in atto da Mosca. “E’ necessario arrivare il prima possibile ad una autonomia energetica dalla Russia”. Nel frattempo l’Italia sta lavorando ad un piano dell’emergenza pronto a scattare in caso di chiusura delle forniture che avrà inevitabili conseguenze anche sul piano delle attività lavorative.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News.

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].