Terziario e Servizi, è quello di Confcommercio il CCNL più rappresentativo (c’è la 14esima)

Soldi

Il contratto collettivo nazionale di lavoro più rappresentativo nei settori Terziario, Distribuzione e Servizi è quello sottoscritto da Confcommercio – Imprese per l’Italia e i sindacati dei lavoratori Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil. Peraltro recentemente rinnovato.

Lo ha stabilito il Tribunale di Campobasso di una sentenza del 10 aprile 2024. Il caso esaminato dal giudice era un ricorso per il riconoscimento dei differenziali retributivi e contributivi a seguito dell’applicazione del CCNL Commercio sottoscritto tra ANPIT e CISAL. Applicazione “errata” secondo i lavoratori che rivendicano, tra i vari diritti, anche il riconoscimento della 14esima mensilità (non prevista dal CCNL ANPIT-CISAL), con annesso recupero retributivo e contributivo.

CCNL ANPIT-CISAL non è rappresentativo

Seconda la dottoressa Laura Scarlatelli per selezione il contratto collettivo comparativamente più rappresentativo nel settore, ai fini dell’applicazione delle disposizioni della legge n. 389 del 1989 (conversione del D.L. 338/1989) sugli obblighi contributivi, occorre verificare la maggiore rappresentatività comparata non solo delle organizzazioni sindacali stipulanti, ma anche dei soggetti datoriali.

Dunque sebbene Cisal si in possesso di una certa rappresentatività, certificata anche dalla presenza all’interno del CNEL, analogo requisito non è in capo ad ANPIT, associazione datoriale priva della maggiora rappresentatività nel comparto.

Il contratto ‘leader’, conclude il Tribunale, è quello sottoscritto da Confcommercio, che peraltro prevede tutta una serie di tutele aggiuntive, anche di natura economica, tra cui la 14 esima mensilità.

I lavoratori hanno diritto al CCNL che riconosce la 14esima mensilità

Conseguenza dell’orientamento del giudice di Campobasso è l’applicazione del CCNL che prevede maggiori tutele per i lavoratore, vale a dire il CCNL sottoscritto tra Confcommercio e i tre sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil.

Tra queste anche il riconoscimento della seconda mensilità supplementare, cioè la 14esima mensilità (oltre la 13esima, comunque prevista dal CCNL ANPIT-CISAL). Ai lavoratori per tutto il periodo di servizio dovranno essere riconosciuti i differenziali retributivi e contributivi, tenuto conto della 14esima, l’errato inquadramento contrattuale, le ore non registrate e non liquidate di lavoro supplementare e straordinario.