Con l’ordinanza 7982/2020, la Cassazione afferma che il requisito di una statura minima se non valutato concretamente costituisce una forma di discriminazione indiretta.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it