– Il Governo ed ArcelorMittal scoprano le carte e si apra un tavolo di trattativa con il sindacato;

– La situazione negli stabilimenti è sempre più insostenibile.

– La risposta alla crisi non può essere semplicemente più cassa per tutti e zero investimenti;

– Meno salario, più incertezze ed insicurezze sull’occupazione, sull’ambiente, sulle prospettive industriali non sono più accettabili.

Per queste ragioni, in concomitanza con l’incontro convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico, le Segreterie nazionali di Fim, Fiom, Uilm, proclamano per:

LUNEDÌ 25 MAGGIO 4 ORE DI SCIOPERO GENERALE IN TUTTI GLI STABILIMENTI DEL GRUPPO

con le modalità che le RSU e le segreterie territoriali riterranno più opportune.

Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 21 maggio 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it