Esclusi tutti quelli che già percepiscono altre forme di contributi e i lavoratori domestici conviventi. Prevista invece l’integrazione col reddito di cittadinanza, fino alla cifra di 1000 euro complessivi per aprile e maggio

Continua a leggere qui

Fonte: corriere.it