Articles written by:

mikeante

955 Articles Written
0 Comments
- Advertisement -

Must Read

Pensioni: rivalutazione a +1,7 dal 1° gennaio 2022

La percentuale di variazione per il calcolo della perequazione delle pensioni é determinata in misura pari a +1,7 dal 1° gennaio 2022, salvo conguaglio. Con il 2022 si prevede il ritorno all’applicazione previgente al ciclo di interventi dell’indice di rivalutazione automatica delle pensioni: del 100% per le fasce di importo dei trattamenti pensionistici fino a quattro volte il trattamento minimo INPS; del 90% per le fasce di importo dei trattamenti pensionistici comprese tra quattro e cinque volte il trattamento minimo INPS; del 75% per le fasce di importo dei trattamenti pensionistici superiori a cinque volte il predetto trattamento minimo (2577,91 euro). Si ripristina poi il sistema che vede l'applicazione della rivalutazione su fasce d'importo, con criteri quindi di progressività.

Ferie tramutate in CIG Covid-19: ammissibilità con effetto retroattivo

Nella nota n. 1799/2021, pubblicata sul proprio portale istituzionale il 23 novembre 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ricalca il parere già fornito dall’INPS nel considerare ammissibile la conversione in cassa integrazione con causale Covid-19 dei periodi di ferie, già programmati e concessi, ai propri lavoratori dipendenti. Tale facoltà è ammessa esclusivamente in caso di sospensione totale dell’attività per cause attinenti l’emergenza sanitaria in corso.

CCNL Farmacie: diffuse le tabelle retributive

Le parti sociali hanno comunicato le tabelle retributive per i dipendenti delle farmacie private. Ciò fa seguito all'ipotesi di accordo 7 settembre 2021 Federfarma con Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil. L'accordo di rinnovo 7 settembre 2021 stabiliva un aumento di € 80 della paga base sul liv. 1, con decorrenza 1° novembre 2021.

CIG in deroga e assegno ordinario Covid: come (e quando) chiedere le settimane del decreto fiscale

È disponibile la procedura per la presentazione delle domande di accesso alle ulteriori 13 settimane di assegno ordinario FIS e di Cassa integrazione in deroga nonché alle nuove 9 settimane di trattamento ordinario per le aziende tessili e affini previste dal decreto fiscale. Lo ha comunicato l’INPS che ha fornito alcune indicazioni operative in attesa della specifica circolare, precisando che è stata istituita la nuova causale “COVID 19 - DL 146/21”. Per fruire dell’ulteriore estensione i datori di lavoro devono aver già fruito le settimane (interamente autorizzate) del decreto Sostegni. Le prime domande vanno presentate entro il 30 novembre 2021.

Pensioni contributive: assegno non rivalutato nel 2022

Il Ministero del Lavoro ha certificato che l’andamento fortemente negativo del Pil nel 2020 (-8,9%) determinerà una mancata rivalutazione del montante contributivo per il 2021. Per effetto di una specifica clausola di salvaguardia introdotta nel 2015 il montante contributivo accreditato al 31 dicembre 2020 per i lavoratori che andranno in pensione dal 1° gennaio 2022 rimarrà immutato. La disciplina prevede però che la mancata svalutazione di quest’anno venga recuperata intervenendo sulla prossima variazione positiva utile: il prossimo coefficiente positivo sarà così decurtato nella misura pari a 0,000215.

Opzione tutti, pensione di garanzia e agevolazioni per le donne: parte il tavolo per la riforma

Il Governo è disponibile ad un confronto sulla riforma delle pensioni già dal prossimo dicembre. E’ quanto è stato annunciato dal Premier Draghi nel corso del tavolo di confronto con i leader Cgil, Cisl e Uil. L’orizzonte temporale della revisione del sistema previdenziale dovrebbe essere il DEF atteso tra fine marzo e inizio aprile 2022. Tra i diversi temi che dovranno essere affrontati vi è la individuazione di nuove soluzioni di flessibilità in uscita e di agevolazioni contributive per le donne nonché l’introduzione della pensione contributiva di garanzia e di Opzione tutti.
- Advertisement -

Editor Picks

- Advertisement -