29 maggio 2020 – “Una vergogna  la vicenda Uber Italy. È inqualificabile pagare un lavoratore 3 euro a consegna. Sono forme di schiavitù e di sfruttamento del lavoro e della dignità della persona che il sindacato deve contrastare, obbligando le imprese ad applicare ai rider il contratto della logistica. Ha fatto bene il Tribunale ad intervenire”. Lo ha scritto su twitter la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla vicenda Uber Italy.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it