I datori di lavoro che intendono stipulare un nuovo contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale ovvero per dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare, in corso, sia con cittadini italiani che con cittadini stranieri, dal 1° giugno al 15 luglio 2020, possono presentare una apposita istanza. Per la regolarizzazione di lavoratori già impiegati è previsto il versamento di un contributo forfettario di 400 euro a copertura degli oneri connessi all’espletamento della procedura di emersione. E’ inoltre previsto uno scudo penale, se la procedura va a buon fine, dei procedimenti penali e amministrativi per l’impiego in nero dei lavoratori. Anche i cittadini stranieri, con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, potranno richiedere un permesso di soggiorno temporaneo, valido solo nel territorio nazionale, della durata di 6 mesi dalla presentazione dell’istanza.

Continua a leggere qui

Fonte: ipsoa.it