La questione dei tempi di liquidazione della Cig e suoi ritardi sono l’argomento di questi giorni. Il tema diventa ancor più pressante perché molte imprese sono costrette ad allungare i periodi di sospensione, dalle 9 settimane iniziali alle ulteriori 5 aggiuntive previste dal DL Rilancio.

Secondo il quotidiano la Repubblica in edicola oggi la semplificazione della “Fase 2 della Cig” – le 5 settimane – starebbe che il 40% dell’importo spettante sarà anticipato da subito dall’Inps, tuttavia il giornale romano avvisa che:

“Le nuove domande però partono dal 19 giugno e l’anticipo non arriverà prima di luglio”.