Esclusi dai Bonus introdotti dal DL Cura Italia e dal DL Rilancio (leggi l’articolo di TuttoLavoro24.it), penalizzati da una stagione estiva che deve “convivere” con l’Emergenza e con il rallentamento delle assunzioni, i lavoratori stagionali oggi si sono autoconvocati in piazza Montecitorio, a Roma, per rivendicare il diritto alla tutela e al lavoro.

Al presidio romano hanno partecipato i lavoratori appartenenti a tutte le categorie del settore: le Guide Turistiche, accompagnatori, gli stagionali aeroportuali e marittimi, i lavoratori Ncc, alberghieri, balneari, spettacolo, termale, commercio e pubblici esercizi, lavanderie industriali e ristorazione collettiva.

Dopo la manifestazione si è svolto un incontro con la Ministra del Lavoro Nunzia Catalfo. A darne notizia è Teleischia.

Secondo quanto riferito dal portale di news campano ad incontrare la Catalfo è stato il Segretario Generale della CUB, Marcelo Amendola. All’incontro hanno preso parte anche il Sottosegretario, Stanislao Di Piazza e la deputata Teresa Manzo (che ha accolto anche i manifestanti in Piazza Montecitorio).

La Ministra ha evidenziato le persistenti difficoltà che non garantiscono le coperture finanziarie tali a sostenere l’intero indotto del Turismo. Tuttavia – evidenzia Teleischia – ”è stata data garanzia sulla probabile proroga per gli ammortizzatori sociali e soprattutto, lo slittamento riguardo il divieto di licenziare fino ad oggi al 31 agosto”.

Dunque secondo quanto riferito dal portale Teleischia, che ha raccolto la testimonianza di CUB (Confederazione Unitaria di Base), la Ministra Nunzia Catalfo non avrebbe offerto garanzie sulla inclusione dei lavoratori stagionali finora esclusi dai Bonus (vedi articolo di TuttoLavoro24.it)