La denuncia arriva da Svimez, l’Associazione per lo Sviluppo dell’Industria nel Mezzogiorno. Dopo il lockdown c’è il fondato pericolo che il Sud Italia possa essere destinatario di sole misure di assistenza pure necessarie ma non utili alla crescita economica e allo sviluppo sociale, temi sui quali invece occorrerebbe un serio piano di investimenti pubblici, necessario peraltro anche a far ripartire il Paese.

A dare spazio in prima pagina alla inchiesta-denuncia di Svimez è il quotidiano Il Mattino in Edicola oggi.

Il quotidiano napoletano si sofferma anche sulle valutazioni di Svimez a proposito del Reddito di cittadinanza, considerata la più grande misura assistenziale di tipo strutturale del nostro Paese, al di la dei Bonus transitori previsti dalla legislazione dell’Emergenza, il cui ruolo sarebbe da “rivedere” – si legge su Il Mattino – “visto che per il momento anche questa misura copre solo l’aspetto emergenziale della condizione di milioni di persone. Abbandonare l’idea che possa servire a creare un’occupazione, ragiona la Svimez, vuol dire mettere in campo una serie di proposte che ne potrebbero limitare la funzione alla sola assistenza alle famiglie e non ad altri obiettivi”.