Ieri si è riunito il Consiglio dei Ministri per la presentazione della Nota di aggiornamento al Def. La sua approvazione è slittata a domenica, successivamente sarà spedirla alla Camera Dei Deputati il 14 ottobre.

Molte le questioni che tengono ancora divisi i partiti di maggioranza, specie la Riforma fiscale, ma secondo quando si legge su il manifesto di oggi c’è una certezza, l’introduzione A partire dal 2021 dell’Assegno universale per i figli fino a 18 anni di età:

“La manovra, nel complesso, si limiterà all’avvio di riforma fiscale, circa 8 miliardi, e al varo dell’assegno unico per i figli, costo 6 miliardi. Il resto se ne andrà per le spese obbligate, per la conferma del taglio del cuneo fiscale, 2 miliardi, per il rifinanziamento delle misure emergenziali e per gli sgravi per chi assume, altri 2 miliardi“.

(In foto la Ministra per la famiglia e le pari opportunità Elena Bonetti)