Ripartono i pagamenti della “cassa integrazione artigiani”. Il Fondo Artigiani ha infatti ricevuto il bonifico dei 375 milioni da parte del Ministero del Lavoro, con il quale procederà al pagamento dell’assegno ordinario per i lavoratori sospesi durante il mese di maggio. Per quanto riguarda la mensilità di giugno non tutti i lavoratori riceveranno il pagamento in questa tornata, le risorse sono infatti insufficienti (per leggere la denuncia dei sindacati clicca qui), anche perchè occorrerà saldare alcuni ritardi “cronici” delle mensilità di marzo e aprile.

A comunicarlo è l’EBAC, l’ente bilaterale artigianato della Calabria con questa nota apparsa sul proprio sito:

“Stamattina alle ore 9.20 la direzione del Fondo Nazionale ha comunicato a tutte le strutture regionali l’avvenuto accredito delle risorse stanziate dal Governo per i mesi di Maggio e Giugno.

Al momento non siamo in grado di sapere se i 375 milioni basteranno a coprire tutte le domande di Giugno, considerato che molte sono ancora le domande per i periodi di Marzo e Aprile che ancora erano in sospeso (per errori commessi da chi ha presentato la domanda). Alle ore 9.30 il Fondo FSBA ha avviato le procedure di pagamento ai lavoratori. Entro Venerdì i lavoratori artigiani di tutta Italia avranno le proprie spettanze sui conti correnti”.

La conferma arriva anche da Confartigianato, la confederazione delle aziende artigiane che si riunisce nel Fondo Artigiani, con una notizia apparsa sul proprio sito:

Sono stati accreditati oggi al Fondo di solidarietà bilaterale dell’artigianato 375 milioni per le prestazioni di sostegno al reddito dei dipendenti delle imprese artigiane in sospensione dal lavoro ‘per Covid-19’.

Fonti: EBAC, Confartigianato