Con la sentenza 5059/2020, il Tribunale di Roma afferma che, in tema di licenziamento disciplinare, il radicale difetto di contestazione dell’infrazione determina l’inesistenza dell’intero procedimento.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it