Roma, 13 ottobre 2020. Nella serata di ieri Mineracqua, la federazione delle industrie delle acque minerali, ha sottoscritto l’accordo di rinnovo del Ccnl del 31 luglio 2020, attraverso la firma di un verbale di accordo con Fai, Flai e Uila.Fai, Flai, Uila e Mineracqua hanno, inoltre, condiviso un “Protocollo delle acque minerali” che individua nell’Organismo bilaterale acque minerali (Obam) la sede per affrontare e discutere temi e problemi specifici del settore; in particolare l’Obam svolgerà un monitoraggio annuale sull’andamento del comparto delle acque minerali anche nell’ottica di individuare soluzioni contrattuali da valutare nel prossimo rinnovo del Ccnl. Le segreterie nazionali di Fai, Flai e Uila hanno, quindi, deciso di revocare sia lo stato di agitazione sia le otto ore di sciopero già calendarizzate per il 9 novembre, in tutte le aziende aderenti a Mineracqua.

 

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it