Nelle ore in cui viene varato il nuovo Dpcm con le strette anti-contagio nei luoghi di lavoro, il Comitato Tecnico Scientifico punta il dito sul trasporto persone, in particolare quello che offre il servizio ai pendolari e lavoratori: stazioni, bus, metro, treni pieni di passeggeri che non rispettano il distanziamento obbligatorio. Il Premier Giuseppe Conte raccoglie le sollecitazioni e ammette un prossimo intervento per arginare il problema.

Tema che verrà affrontanto oggi pomeriggio in una riunione con la Ministra dei Trasporti Paola De Micheli. Ad anticiparlo è il quotidiano Il Mattino in edicola oggi, che annuncia le possibili azioni del Governo:

“l’introduzione degli orari scaglionati per scuole, uffici, negozi in modo da ridurre l’affollamento su mezzi nelle ore di punta”.

Dunque la soluzione potrebbe essere quella di introdurre una norma sugli ingressi e uscite scaglionate da lavoro, difficile invece la riduzione della capienza al di sotto dell’attuale 80% perchè significherebbe veder salire le perdite delle aziende municipalizzate che svolgono il servizio di trasporto.