Sono al collasso i lavoratori stagionali del settore turismo che lanciano un ulteriore appello: “Da mesi non abbiamo reddito, nemmeno l’indennità covid”. E non si tratta di casi singoli. Il dramma è vasto, come spiegano i sindacati di settore.

“È una crisi senza precedenti quella che sta investendo in Sicilia circa 50 mila addetti nel turismo di cui circa 35 mila stagionali – dicono i sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil – che svolgevano attività nelle strutture ricettive e nei pubblici esercizi”. Di solito gli stagionali vanno avanti tra lavoro e trattamenti di disoccupazione, ma quest’anno tra lockdown e una timida stagione turistica non hanno lavorato o non hanno maturato i requisiti per avere una Naspi adeguata per attraversare tutto l’inverno.

Tra questi rientrano la maggior parte dei lavoratori che hanno concluso la stagione nel 2019, che ha già finito il periodo di Naspi e dunque sono rimasti senza alcun sussidio. “Alla Regione abbiamo chiesto di stanziare dei fondi nella finanziaria, ma il nostro appello è caduto nel vuoto – dice Marianna Flauto, leader regionale della Uiltucs – Oltre che sollecitare le istituzioni regionali e nazionali, proveremo a sostenere i lavoratori attraverso un piccolo contributo erogato dell’ente bilaterale regionale per il turismo”.

Il turismo in Sicilia rimane legato alla stagionalità, il 70% delle attività alberghiere sono a carattere stagionale e in media aprono otto mesi e mezzo l’anno. E’ un dato importante che fa capire quanto sia rilevante il fenomeno e le ricadute in termini sociali ed economiche per i lavoratori coinvolti.

Con riguardo ai ritardi nei pagamenti dei Bonus per i diversi lavoratori del turismo (stagionali, contratti a tempo determinato, settori diversi dal turismo, ecc.) TuttoLavoro24.it nei giorni scorsi ha contatto l’INPS Nazionale per conoscere i dati dei pagamenti, i numeri dei ritardi e i motivi dei rigetti che molti lettori ci hanno segnalato. L’INPS ci ha promesso di fare una ricognizione dei dati disponibili e di portarci a conoscenza quanto prima di queste informazioni. Invitiamo quindi i lettori a seguire le nostre periodiche pubblicazioni sulla situazione e i diritti dei lavoratori stagionali.

FONTE: travelnostop.com

LEGGI ANCHE I NOSTRI PRECEDENTI ARTICOLI SUGLI STAGIONALI:

Decreto agosto convertito in legge, tutti gli esclusi dai Bonus: dagli stagionali agli autonomi

Il Sole 24 Ore denuncia: «Hotel e ristoranti deserti». E ai lavoratori stagionali chi ci pensa?

Lavoratori stagionali, ora esclusi anche dalla NASpI [L’INCHIESTA/3]

Bonus Stagionali: ecco l’elenco di tutti gli esclusi [L’INCHIESTA/2]

Bonus stagionali «esclusi»: INPS paga solo con nuova domanda [L’INCHIESTA/3]