Come richiesto dal Coordinamento Nazionale e dalle OOSS, nell’incontro avuto lo scorso 24 novembre con la direzione aziendale, la Società continuerà a riconoscere per le ore di Cassa Covid-19 di tutto il 2020 quanto definito dall’accordo firmato il 21 marzo 2020 e in particolare:

• l’anticipazione di quanto dovuto dall’Inps a titolo di CIGO;

• la effettuazione della rotazione tra i lavoratori laddove possibile;

• il pagamento integrale dei ratei maturati durante il periodo di sospensione in deroga alle normali disposizioni legali.

 

Fim, Fiom e Uilm nazionali

Roma, 2 dicembre 2020

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it