Prende forma la nuova tornata di aiuti che il Governo sta per mettere in campo con il Decreto Sostegni bis per partite Iva, imprese e professionisti. Da qualche giorno – come già ricostruito dal nostro giornale – appare già definito il profilo del nuovo contributo a fondo perduto: i beneficiari che hanno ricevuto, o stanno ricevendo in questi giorni, il primo bonifico da parte dell’Agenzia delle Entrate riceveranno lo stesso importo. Inoltre riceveranno un secondo ‘bonus’ se dimostreranno di aver subito un calo di fatturato tra aprile 2020 e marzo 2021, in più c’è un conguaglio a fine anno come meglio specificato in questo articolo.

A ripercorrere l’intero meccanismo, meglio esplicato con un esempio, è il quotidiano Il Sole 24 Ore in edicola oggi:

“l’architettura del fondo perduto offerto dai due decreti Draghi e misurato in base ai cali di fatturato produce un complesso di aiuti che scendono al crescere della dimensione d’impresa. Nel caso di una partita Iva da 90mila euro, che abbia visto scendere il volume d’affari di 50mila euro nel 2020 rispetto al 2019, la macchina degli aiuti offre prima di tutto due assegni da 2.500 euro. Dal momento che il calo annuo cresce a 55mila euro prendendo come riferimento il periodo 1° aprile 2020-31 marzo 2021 rispetto ai 12 mesi precedenti, il nuovo provvedimento assicurerà anche una piccola integrazione, calcolata sulla differenza di 5mila euro fra i due confronti, ridotta come al solito alla media mensile. Il risultato è 250 euro. Significa, nel complesso, un aiuto pari al 10,5% delle perdite e al 5,5% del fatturato pre-crisi”.

Dunque un nuovo bonifico a breve per le partite Iva. La tempistica non è stata ancora individuata, ma è assi probabile che il Governo fissi una deadline per l’Agenzia delle entrate, cioè una data entro cui arriveranno i bonifici alle partite Iva, imprese, professionisti già ‘censiti’ dall’Amministrazione tributaria.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.