Apprendiamo con soddisfazione che il Governo ha accolto in parte le nostre richieste, riformulando la proposta di modifica dell’art. 26 del decreto-legge 76/2020 che avrebbe portato ad una minore tutela dei diritti dei cittadini-consumatori in tema di notifiche degli atti della Pubblica Amministrazione – dichiara Carlo De Masi, Presidente di Adiconsum nazionale.

L’accoglimento delle nostre richieste da parte del Governo rappresenta un importante risultato a testimonianza del nostro impegno a difesa dei cittadini-consumatori tutti, in particolare di quelli più deboli e fragili, affinché possano esercitare i loro diritti al pari degli altri – continua De Masi.

Dopo aver scongiurato il mancato rispetto dei diritti dei cittadini-consumatori in tema di notifiche degli atti della Pubblica Amministrazione, ora chiediamo al Governo di fare un ulteriore passo, cioè quello di assicurare le usuali e dovute garanzie di notificazione anche per gli atti tributari emessi nei confronti dei contribuenti e assicurare anche a loro l’esercizio del diritto di difesa – conclude De Masi.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it