Arrivano nuovi ammortizzatori sociali per i lavoratori dell’agricoltura e pesca. L’annuncio proviene direttamente da fonti ufficiali del Ministero del Lavoro che, attraverso una comunicato stampa, fa sapere di aver chiuso ieri il confronto con le parti sociali di settore, in un incontro a cui ha preso parte anche il Ministero delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli.

A centro del dibattito i temi su cui i sindacati Flai-Cgil, Fai-Cisl, Uila puntano da tempo: il rispetto dei diritti sociali nella riforma della PAC (politica agricola comune), della cassa integrazione anche per la pesca e dell’estensione della Naspi agli inquadrati con la legge 240 sulle cooperative.

“Con il passaggio di ieri, il primo tassello del pacchetto complessivo della riforma degli ammortizzatori è pronto“ dichiara il Ministero nella breve nota dalla quale non si apprendono ulteriori dettagli, specie sul merito delle proposte.

Non restano che gli “approfondimenti e i conteggi tecnici” che spettano al Ministero dell’Economia e all’INPS. 

“Nella stessa direzione si andrà nei prossimi giorni – annuncia il Ministero – con i tavoli previsti con i professionisti ordinistici e le casse previdenziali, i rappresentanti del lavoro autonomo e con i lavoratori dello spettacolo”.

Non è ancora chiaro con quale tipo di provvedimento saranno veicolate queste riforme, il Ministero si limita a dire che “l’insieme di queste misure sarà inviato entro luglio al Cdm dopo il passaggio finale con le parti sociali”.

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.