“È un fatto positivo per tutto il sistema produttivo italiano la firma oggi da parte della Fim Cisl e delle altre categorie con Unionmeccanica-Confapi del nuovo contratto, molto innovativo, per i 420 mila lavoratori delle Pmi metalmeccaniche che tutela e aumenta i salari, avvia la riforma degli inquadramenti, rafforza il diritto alla formazione ed introduce importanti tutele su welfare, lavoro agile, salute e sicurezza, contrasto alla forme di violenza e molestie alle lavoratrici nei luoghi di lavoro“. Il commento del Segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra, alla notizia del raggiunto accordo.

“Un ottimo risultato -conclude Sbarra- frutto della contrattazione per far ripartire l’industria metalmeccanica nel segno della partecipazione, di relazioni industriali moderne, di tutela dell’occupazione e della persona ”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it