“Esprimiamo soddisfazione per un esito non scontato, che rappresenta un riconoscimento per i lavoratori, reduci da un anno particolarmente duro a causa della pandemia”

“I cambi appalto sui servizi di vigilanza armata e fiduciaria presso le strutture sanitarie della Regione Lazio sono avvenuti nella totale salvaguardia dei lavoratori e dei livelli occupazionali: si tratta, finalmente, di una buona notizia, in un anno in cui la pandemia ha messo a dura prova la sanità e le persone che hanno gravitato nel settore”.

E’quanto dichiara il Segretario territoriale della Fisascat-Cisl di Roma Capitale e Rieti, Paolo Le Foche, aggiungendo che “nello specifico, per quanto riguarda i servizi armati, presso il San Camillo Forlanini,  lotto numero 8, la Security Service ha lasciato il servizio, e i lavoratori sono transitati alla società Italpol Vigilanza e Giama Srl; per quanto riguarda la Asl Roma 5, i 92 addetti sono passati dalla società uscente alla subentrante Security Service. Il cambio appalto dei servizi fiduciari è avvenuto nel medesimo rispetto dei livelli occupazionali. Si tratta di un esito importante e non scontato, nonché il riconoscimento a dei lavoratori che, quest’anno come non mai, hanno fatto tutto il possibile per salvaguardare la sicurezza delle nostre strutture sanitarie”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it