Contro la variante Delta del virus arriva la terza dose del Vaccino. Lo svela un documento della casa farmaceutica Pfizer-BionTech e ne parla il quotidiano Il Tempo in edicola oggi:

“Questo ‘richiamo del richiamo’ assicurerà, rispetto alle due dosi iniziali, una protezione cinque volte superiore nei più giovani e undici volte superiore negli anziani. E’ questo il futuro che, molto probabilmente, toccherà a centinaia di milioni di persone in Europa e negli Stati Uniti, dal momento che fino ad oggi tutto ciò che il colosso americano del Big Pharma ha proposto è stato tradotto in pratica”.

Secondo quanto si apprende dal documento Pfizer questa terza inoculazione avrebbe il vantaggio di proteggere maggiormente gli anziani e i giovani:

“‘I dati iniziali sulla sicurezza e sull’immunogenicità dello studio dimostrano che una dose di richiamo somministrata almeno 6 mesi dopo la seconda dose ha un profilo di tollerabilità coerente, mentre produce livelli di anticorpi neutralizzanti contro il virus originario e la variante Beta che sono da 5 a 10 volte superiori rispetto a due dosi primarie‘. Ma non finisce qui. Questi dati dimostrano anche ‘che una terza dose produce livelli di anticorpi neutralizzanti contro la variante Delta (B.1.617.2) che sono più di cinque volte superiori nelle persone più giovani e più di 11 volte negli anziani rispetto a quanto accade dopo due dosi”.

La ricerca Pfizer per ora ha portato ad un primo risultato, che la casa farmaceutica conta di migliorare nei prossimi mesi. Una volta che saranno disponibili dati più definitivi saranno condivisi anche con le Autorità del farmaco europee, a partire dall’EMA, per valutare la somministrazione ai cittadini.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].

Resta aggiornato con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.