“Dopo una lunga trattativa abbiamo firmato oggi un accordo che consente l’emanazione odierna del nuovo regolamento incentivi di Anas, che era atteso da ben cinque anni. Si tratta per noi di un risultato di grande rilievo che conferma il ruolo di propulsore che ha il sindacato, visto che il regolamento serve ad accelerare la realizzazione delle opere cantierizzate, così come richiesto dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. A questo punto per coerenza è necessario procedere con le necessarie assunzioni di tecnici e personale di supporto, anch’esse attese da anni”. È quanto dichiara la Fit-Cisl a margine della trattativa spiegando che: “Il regolamento riconosce, e responsabilizza, tutte le figure previste dal Codice Appalti, quindi anche i direttori dei lavori nel loro ruolo fondamentale. Non va mai dimenticato, infatti, che qualsiasi azienda è fatta prima di tutto dalle persone. E proprio per questo torniamo a chiedere le assunzioni di nuovo personale specializzato, perché se il Pnrr, come noto, richiede velocità di esecuzione, è chiaro che servono adeguati rinforzi per dare l’accelerazione necessaria alla costruzione di nuove opere e alla manutenzione di quelle esistenti. Da questo punto di vista non possiamo non rivolgerci anche al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili perché contribuisca a creare le condizioni per dare ad Anas le risorse di cui ha bisogno”.
Conclude la Fit-Cisl: “La stessa azienda, che negli ultimi anni ha fatto significativi passi in avanti (come appare anche dalla recente relazione annuale della Corte dei Conti presentata nello scorso mese di maggio) deve proseguire nel percorso di ammodernamento della società anche adeguando i processi e le procedure attingendo, per recuperare tempo prezioso, anche dall’esperienza collaudata di altre società del gruppo Ferrovie dello Stato che svolgono attività analoghe”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it