Dal 1° luglio al 31 dicembre 2021 è stato attivato l’Assegno temporaneo per i figli, chiamato anche Assegno ponte, che viene erogato dall’Inps su domanda che può essere inviata entro il 30 settembre (per un approfondimento sui requisiti clicca qui).

L’importo dell’assegno è sempre lo stesso per ogni richiedente?

“No, perchè l’assegno è determinato sulla base di alcuni criteri, cioè dipende dal numero dei figli del nucelo familiare ma anche dal valore ISEE. Per cui si passa da un minimo di 7mila euro che determina l’importo più alto pari a 167,5 euro chiaramente rapportato al numero dei figli, fino a un massimo di 50mila. Chiaramente l’importo va a decrescere fino ad azzerarsi oltre la soglia dei 50mila euro”.

Questa è la risposta della dirigente INPS Maria Sciarrino, che in un mini spot-intervista spiega come l’importo parta da 167,5 euro per tutti coloro che hanno un ISEE fino a 7 mila euro e per ciascun figlio, fino ad un massimo di due. Con 3 figli l’importo cambia: 217,80 a figlio.

Con requisiti ISEE più alti l’importo va via via a descrescere, sulla base di quanto prevede la tabella allegata al decreto-legge n. 79/2021.

Per visualizzare il VIDEO Inps clicca sull’immagine che segue (durata: 47 secondi):