La Cisl si è mostrata disponibile ad aggiornare, rafforzare e adeguare i protocolli già il 2 Agosto in occasione di un vertice con il premier Draghi. In quell’occasione abbiamo anche detto al Presidente del Consiglio che avremmo sostenuto una legge sull’obbligo vaccinale. Non accettiamo lezioni da nessuno. A Confindustria diciamo di concentrarsi per allargare i punti di vaccinazione nei luoghi di lavoro e di evitare fughe in avanti con iniziative improvvide ed unilaterali, di far rispettare alle proprie associate l’avviso comune contro i licenziamenti. E’ su questo capitolo che dovremmo lavorare unendo sforzi e risorse non gettando benzina sul fuoco.(…)

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it