“Il Pnrr è un’occasione straordinaria che il nostro Paese ha per mettere fine a una serie di gap che hanno condizionato in quest’ultimo anno e mezzo la vita del Paese stesso, per cui è fondamentale utilizzare le risorse messe a disposizione dall’Europa”. Lo ha detto la Segretaria confederale Cisl nazionale, Daniela Fumarola, durante la presentazione dello studio realizzato dalla Cisl regionale su ‘il Pnrr in chiave Puglia’. “Noi pensiamo che ci debba essere una governance partecipata con le organizzazioni sindacali – ha aggiunto – per poter verificare la qualità della spesa dei progetti e il tipo di ricaduta che questi generano. Riteniamo anche che con il Pnrr debba essere implementata nuova occupazione, per risolvere le criticità che la pandemia ha messo sotto gli occhi di tutti, dalla sanità all’istruzione sino alla pubblica amministrazione. Devono essere rispettate le condizionalità, quindi vantaggi per donne e giovani che la pandemia ha messo in ginocchio. Crediamo anche che queste risorse debbano puntare ad accorciare le distanze che nel Paese ci sono, ovvero riportare il Sud a livelli che possano far parlare dell’Italia di un Paese unito. Un Paese unito vuole un Paese forte nei confronti dell’Europa, diversamente sarebbe il sud dell’Europa”. Nel suo intervento il Segretario generale della Cisl Puglia, Antonio Castellucci, ha osservato che il Pnrr in chiave Puglia è stato “oggetto di approfondimento e di studio di tutto il gruppo dirigente della Cisl e che si concilia con quello che sarà l’appuntamento di oggi pomeriggio alla presenza del Ministro Colao. Nel documento ci sono le proposte della Cisl di Puglia accompagnate dall’analisi delle risorse del Pnrr, in special modo quelle che verranno destinate alla Puglia. E’ necessario che siano spese fino all’ultimo centesimo e come indicato nella legge di conversione del Decreto Semplificazioni, è fondamentale che vengano spese tutte quelle per il Sud che ammontano al 40% del totale. Ma soprattutto vogliamo una governance reale, concreta, che possa condividere un percorso con tutti gli attori interessati. Inoltre, attraverso la presentazione di oggi lanciamo una serie di attività con la politica e le istituzioni a livello regionale, ma anche con i parlamentari, per rilanciare il Mezzogiorno e la Puglia in particolare. Il primo appuntamento sarà giovedì 18 novembre a Bari con l’assessore Pentassuglia e l’assessore Delli Noci”. Il Professor Alberto Fornasari dell’UniBa, che ha partecipato all’iniziativa della Cisl Puglia, ha ricordato che “come Università stiamo lavorando alacremente per poter sfruttare le risorse erogate nel Pnrr e attrarre più investimenti possibili. C’è inoltre un lavoro in ottica di terza missione con la Cisl regionale per capire come cogliere le migliori ricadute sul territorio”.

Continua a leggere qui

Fonte: cisl.it