Finalmente una buona notizia per chi ha fatto domanda di Assegno Unico per il mese di sospensione del Reddito di Cittadinanza, tra un rinnovo e l’altro. Nelle scorse ore TuttoLavoro24.it aveva segnalato il problema in cui erano incappati alcuni percettori di RdC che ad aprile avevano presentato domanda per l’Assegno Unico di maggio (il mese di stop) e che, pur avendone tutti i requisiti, l’avevano vista decadere. Una situazione insolita visto che è lo stesso Inps ad aver sottolineato più volte, anche tramite Circolari ufficiali, come per avere il pagamento dell’Assegno Unico nel mese di stop di RdC sia fondamentale presentarne richiesta durante l’ultimo mese di erogazione.

Per fortuna non tutte le domande presentate dai percettori di RdC per avere l’Assegno Unico di maggio sono decadute, anzi: nelle scorse ore, Inps ha iniziato ad accogliere le domande presentate a fine aprile che ancora non avevano ricevuto esito ed erano in istruttoria. Conseguentemente, sul Fascicolo Previdenziale del Cittadino è apparsa anche la data dell’accredito. A segnalarcela è un nostro lettore:

Pertanto, mercoledì 1° giugno Inps pagherà l’Assegno Unico di competenza di maggio a tutti quei percettori di RdC – che sono tantissimi – la cui domanda presentata ad aprile è stata accolta e che a maggio hanno sospeso il sussidio in attesa del rinnovo. Per adesso, quella del 1° giugno sembra l’unica data utile prevista da Inps.

L’Assegno Unico su RdC di competenza di aprile, invece, arriverà con la mensilità del Reddito di Cittadinanza di giugno, quindi con la prima mensilità dopo il rinnovo. Per avere maggiori informazioni sull’Assegno Unico per i figli a carico si può consultare gratuitamente la nostra GUIDA dedicata.

Di recente Tuttolavoro24.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google, se vuoi essere sempre aggiornato sulle ultime notizie seguici su Google News

Resta connesso con noi. Unisciti alla nostra pagina Telegram cliccando qui. E’ gratis!

Non hai l’APP di Telegram? Scaricala gratuitamente cliccando qui.

Segui la nostra pagina Facebook facendo clic qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].