HomeEvidenzaLavoro Statale: cambiano le Assunzioni dal 1° Novembre 2022

Lavoro Statale: cambiano le Assunzioni dal 1° Novembre 2022

Pubblica Amministrazione, l’utilizzo del Portale Nazionale del reclutamento inPA previsto dal decreto legge n. 80/2021 (convertito con la legge n. 113 del 6 agosto 2021) diventa obbligatorio.

Pubblica Amministrazione, portale inPA: a che serve?

Nato per migliorare la qualità del reclutamento della Pubblica Amministrazione attraverso un sistema innovativo digitale, il Portale semplifica e velocizza l’incontro tra domanda e offerta di lavoro pubblico.

Accedendo al portale inPA, infatti, le amministrazioni centrali e le autorità indipendenti possono pubblicare online i propri bandi di concorso per le assunzioni a tempo indeterminato e determinato. 

Si accelera così il percorso di modernizzazione e rinnovamento del Paese e, allo stesso tempo, si riducono i costi economici e sociali delle procedure di reclutamento del personale nelle pubbliche amministrazioni.

Pubblica Amministrazione, portale inPA: come funziona

Ad oggi, il portale già permette a dipendenti pubblici e non di:

  • consultare l’apposita sezione per il caricamento degli avvisi di mobilità a vantaggio delle amministrazioni e dei dipendenti pubblici; 
  • filtrare la ricerca di bandi di concorso per categoria e per territorio; 
  • inviare la propria candidatura previa registrazione e inserimento delle proprie informazioni curriculari;
  • cercare avvisi di mobilità di tutte le pubbliche amministrazioni e trasmettere la propria candidatura.

Portale inPA: cosa cambia dal 1° novembre 2022

Tale procedura è disponibile dallo scorso luglio ma fino allo scorso 31 ottobre l’utilizzo del portale era facoltativo. La novità risiede nel fatto che dal 1° novembre, appunto, usare inPA è diventato obbligatorio, sia per le amministrazioni che per i candidati.

Sulla base della nuova disciplina normativa, dunque, le amministrazioni centrali e le autorità amministrative indipendenti dal 1° novembre 2022 sono obbligate a pubblicare i propri bandi di concorso sul Portale e, tramite la stessa piattaforma, ad acquisire le domande di partecipazione alle procedure selettive.

Il ricorso a inPA è stato esteso anche a Regioni ed enti locali per le rispettive selezioni di personale. Per ulteriori informazioni clicca qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione, su qualsiasi supporto e in qualsiasi forma, dei contenuti del presente articolo in violazione delle norme sul diritto di autore sarà segnalata all’Agcom per la sua immediata rimozione [Delibera n. 680/13/CONS 12/12/2013].
spot_img
spot_img
spot_img
- Advertisment -