INPS ha pagato l’Assegno di Inclusione di giugno. Problema ritardi [FOTO]

Adi

In linea con le aspettative, nelle scorse ore è arrivata la prima ricarica di giugno dell’Assegno di Inclusione. INPS aveva annunciato il pagamento per sabato 15, ma ha anticipato le lavorazioni e i pagamenti affinché i percettori potessero godere della somma già da un giorno prima. Nel tardo pomeriggio di venerdì 14 giugno sono quindi giunte a destinazione le ricariche.

Assegno di Inclusione, ricarica di giugno arrivata

L’Assegno di Inclusione è il sussidio che dallo scorso gennaio spetta alle famiglie con un ISEE fino a 9.360 euro in cui è presente almeno un soggetto disabile, over 60, minorenne o in condizione di svantaggio. Per averlo occorre inviare la domanda a INPS, che accoglie l’istanza solo se tutti i requisiti sono rispettati.

Insieme al Supporto Formazione e Lavoro, che spetta ai soli cittadini occupabili, l’Assegno di Inclusione ha rimpiazzato il Reddito di Cittadinanza. Per erogare i pagamenti, INPS ha deciso di mantenere lo stesso calendario in vigore per il RdC. A metà mese riscuoteranno dunque coloro che ne hanno fatto domanda a maggio e che quindi sono in attesa della prima rata in assoluto. Oppure, chi aspetta i pagamenti arretrati.

La data di accredito indicata nel messaggio INPS n. 835 è sabato 15 giugno. Nella pratica però INPS ha deciso di anticipare tutto di un giorno, ma non è una sorpresa: già i mesi passati, infatti, INPS ha pagato prima di quanto annunciato a inizio anno.

La ricarica, infatti, è arrivata nella giornata del 14 giugno:

I beneficiari che attendono la prima mensilità e che hanno ricevuto l’SMS possono quindi recarsi presso gli uffici postali già da oggi per il ritiro della Carta di Inclusione, già caricata con l’importo spettante. Chi aspetta gli arretrati, invece, li troverà sulla carta non appena INPS avrà effettuato la ricarica.

Stando alle testimonianze di moltissimi lettori la ricarica non è arrivata a tutti coloro che hanno avuto la lavorazione. In molti casi manca ancora la “Data di Rendicontazione” e quindi l’accredito effettivo. La situazione si presenta così per chi ha avuto la lavorazione di una mensilità arretrata:

Calcolatore AdI

L’importo dell’Assegno di Inclusione non è automatico da calcolare. A differenza del Supporto Formazione e Lavoro che ha un valore pari a 350 euro mensili fissi, l’importo dell’Assegno di Inclusione non è uguale per tutti e capire quanto spetta mensilmente non è semplice. Vanno considerati vari fattori: il numero di componenti il nucleo familiare, le loro caratteristiche, il reddito familiare, l’eventuale presenza di un canone di locazione da pagare, ecc.

Per conoscere in anticipo l’importo che spetta a titolo di Assegno di Inclusione, i cittadini possono utilizzare in maniera gratuita il CALCOLATORE realizzato dai tecnici di TuttoLavoro24.it. In questa maniera si potrà fare una stima prima di ricevere l’effettiva ricarica.