Con l’ordinanza 7977/2020, la Cassazione afferma che, in caso di declaratoria di illegittimità del trasferimento del ramo d’azienda, il lavoratore ha diritto a percepire la retribuzione anche dall’impresa cedente.

Continua a leggere qui

Fonte: lavorosi.it