L’applicazione Restart di Fca sarà messa a disposizione delle lavoratrici e dei lavoratori che potranno scaricare volontariamente sui propri dispositivi per ricevere un «promemoria» sull’emergenza Covid-19 e le azioni di prevenzione del rischio contagio in Fca.

La Fiom, con l’obiettivo di tutelare al meglio le lavoratrici ed i lavoratori che decideranno in maniera volontaria di scaricarsi e utilizzare l’applicazione, ha raggiunto un’intesa unitaria che:

• esclude ogni possibilità da parte dell’azienda di utilizzare l’applicazione ai fini disciplinari e/o di controllo;

• definisce l’utilizzo dei dati personali, la loro conservazione e le finalità del trattamento in linea con quanto stabilito dalla norma e dalle indicazioni del Garante per la protezione dei dati personali;

• stabilisce che eventuali funzioni aggiuntive che Fca volesse introdurre, potranno essere implementate solo dopo un confronto preventivo con le organizzazioni sindacali.

La Fiom ha coscienza della complessità di problemi e soluzioni che i dispositivi tecnologici come le applicazioni, clip o braccialetti (in diffusione in molte realtà produttive) offrono in una fase emergenziale, per favorire il distanziamento.

La Fiom ritiene che devono essere garantiti i diritti alla privacy e alla tutela dei dati personali e tutte le norme in materia a partire dalla Legge 300.

Per queste ragioni l’accordo prevede anche il monitoraggio del funzionamento dell’applicazione aziendale.

La Fiom invita tutte le lavoratrici e i lavoratori a contattare anche tramite i delegati le strutture territoriali per avere maggiori informazioni in merito alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Continua a leggere qui

Fonte: fiom-cgil.it