Il DL Rilancio ha introdotto il bonus per l’acquisto delle biciclette che copre il 60% della spesa, fino ad un massimo di 500 euro, sostenuta da residenti maggiorenni in capoluoghi di regione o provincia e comuni appartenenti a Città metropolitane o con più di 50mila abitanti. Quindi non potrà essere utilizzato per le bici dei minorenni. Il decreto interministeriale che gli darà attuazione è all’esame dei ministeri dell’Economia e Infrastrutture.

Il bonus sarà fruibile in fase di acquisto ma i commercianti dovranno accreditarsi su una App dedicata. Riguarda bici, anche quelle con la pedalata assistita, ma anche monopattini elettrici, hoverboard, segway e monowheel) o abbonamenti a servizi di bike sharing.

Secondo quanto riporta Il Sole 24 Ore in Edicola oggi il decreto si attendono tempi lunghi per l’ottenimento del rimborso:

“Le istanze di bonus potranno essere presentate solo dal 60esimo giorno successivo alla pubblicazione del Dm sulla Gazzetta Ufficiale. Ma fino al giorno prima sarà possibile presentare le richieste di rimborso di chi ha già effettuato il suo acquisto senza bonus: il Dl Rilancio fa partire il diritto a ottenere l’incentivo già dal 4 maggio scorso, se alla richiesta si allega copia della fattura (chi ha lo scontrino può provare a chiedere al venditore di annullarlo, ma si ritiene possa farlo solo entro il 15 giugno)“.