I ritardi nei pagamenti della cassa integrazione delle prime 9 settimane di sospensione previste dal DL Cura Italia hanno fatto registrare situazioni sociali drammatiche, da Nord a Sud e in tutti i settori produttivi.

Il DL Rilancio ha semplificato la procedura per la richiesta di tutti gli strumenti di cassa integrazione con pagamento diretto dall’INPS per le 5 settimane aggiuntive.

A partire dal 18 giugno, click-day per l’invio delle domande, si prevedono dunque pagamenti in tempi più rapidi, con possibilità – per l’INPS – di anticipare il 40% delle ore autorizzate in pochi giorni.

A sottolineare come la procedura semplificata possa portare dei benefici ai lavoratori è il quotidiano economico Il Sole 24 Ore in Edicola oggi:

”unico interlocutore Inps e domande entro il quindicesimo giorno dall’inizio del periodo di sospensione dal lavoro, e anticipo entro i successivi 15 giorni”.